Vittorio Sgarbi: il critico delle Meraviglie d’Italia

Vittorio Sgarbi

 

Cari amici, oggi è con me un ospite davvero speciale, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che mi ha concesso l’onore di questa intervista dove ci racconterà del secondo volume degli “Gli anni delle Meraviglie II” e gli imminenti progetti per Expo 2015.

La sua storia inizia a Ferrara, dove nasce l’8 maggio del 1952. Si laurea in filosofia con specializzazione in storia dell’arte presso l’Università di Bologna. Diventa ispettore della Soprintendenza ai beni storici e artistici in Veneto e insegna per tre anni Storia delle tecniche artistiche all’Università di Udine.

Oggi è ambasciatore dell’Expo Milano 2015 per le Belle Arti. Per maggiori  informazioni www.vittoriosgarbi.it

 

 

Vittorio Sgarbi

Grazie mille gentile Professore di essere qui con me oggi. Il libro  “Gli anni delle meraviglie II” è un libro sulla storia dell’arte che nessuno a scuola ci ha raccontato. Com’è stato scriverlo? A proposito del libro durante la presentazione al Castello Sforzesco in un passaggio ha fatto una metafora musicale con Mozart. Il suo musicista classico preferito, che collega ad un dipinto. O se ha mai trovato delle situazioni che può suggerire?

Mozart sicuramente è collegato al suo grande librettista italiano, Lorenzo Da Ponte, che coorobora molto . Per restare in tema musicale e per fare un riferimento, Gli Anni delle Meraviglie è una tetralogia. All’interno vi sono opere scelte della storia dell’arte conosciute, da Cimabue fino a Pontormo, con bellissime fotografie. L’opera proseguirà fino ai capolavori dell’arte moderna, che caratterizzeranno il quinto volume. Bisogna farsi una cultura musicale così come una della storia dell’arte, conoscere autori come Verdi, Wagner così come Michelangelo e Raffaello. In Italia si presenta una profonda carenza della conoscenza dell’arte italiana, che viene maltrattata. Il libro “Gli anni delle Meraviglie” è un libro che va al di là della mera pedagogia, ma si presenta in una veste piu appassionata e accattivante.

Sgarbi

Secondo lei attraverso il web, pittori come Zanetto Bugatto, possono essere maggiormente divulgati?

Tutto può essere. Dipende. Sicuramente se cerchi sul web un autore come Bugatto devi averne una conoscenza pregressa, devi sapere che esiste. Quindi la formazione risulta essenziale. Per questo il libro ” Gli Anni delle Meraviglie” può diventare uno strumento prezioso per documentarsi.

Prof, ho visto che viaggia molto forte su Facebook ,ma gli altri social li usa un pò meno, per questioni di tempo o proprio non le piacciono? Oltre al tasto “mi piace”, un pulsante che cambierebbe?

Si ho una pagina Facebook curata dai miei collaboratori, che mi seguono nei miei spostamenti e documentano live sui Social. Trovo che questi nuovi strumenti siano un motivo in piu per condividere ma resto dell’opinione che sia di vitale importanza il contatto con il pubblico. E poi sono per la scrittura. Un pulsante che cambierei? Decisamente nessuno, vanno bene quelli che ci sono già.

Vittorio Sgarbi

Come si trova a scrivere e fare video su “I Fiori del Male” ( www.fioridelmale.it) ?

Ho rapporti con Sommi, il fondatore che mi ha chiesto di realizzare alcuni video di opere d’arte. Il progetto è molto interessante ed è un modo in piu per parlare della storia dell’arte.

Cosa ne pensa di questo periodo storico che stiamo attraversando?

Il migliore possibile. Ogni epoca è piena di difetti, ma il nuovo si avvantaggia sempre da quello precedente. Questa è l’epoca migliore in cui si potrebbe vivere. Certamente le altre epoche, anche le piu lontane sono suggestive, ma basta pensare che oggi possediamo lo smartphone, abbiamo le comodità di viaggiare in aereo e molto altro.

Vittorio Sgarbi

 

Vittorio Sgarbi con Sabrina Colle

Per l’Expo sorprese? Qualcosa di particolare da visitare che consiglia?

Mi occuperò di tutta la parte artistica dell’Expo 2015. A Milano di grande rilevanza saranno i Palazzi, tutti da scoprire. Palazzo Clerici, Palazzo Valsecchi, Palazzo Isinbardi e Dugnani. Poi la bellissima mostra su Antonello di cui sarò curatore e la “Bella Principessa” di Leonardo che da Urbino porterò a Milano, sempre per Expo 2015.

 

 

Seguite il Prof. Sgarbi sul Sito Ufficiale: http://www.vittoriosgarbi.it

Sulla sua pagina Facebook: https://www.facebook.com/SgarbiVittorio?ref=ts&fref=ts

E sui “Fiori del Male”: http://www.ifioridelmale.it/autori/vittorio-sgarbi

 

Per l’intervista si ringrazia di cuore Camilla Maria Marino.