Etienne Abelin: technology meets the violin’s virtuoso

Etienne Abelin Violinist

Musiclovers! Today is with a me very special “Cyber” Violinist: Etienne Abelin!

Etienne Abelin is a Swiss violinist and conductor, a serial creative entrepreneur and TEDx speaker. He is the founder of classYcal, a start-up dedicated to innovations in classical music including the Ynight classical club nights (“Best of the Year” Tagesanzeiger Zurich) and the Apples & Olives Indie Classical Festival Zurich. He co-founded the Swiss El Sistema-inspired musical-social initiative Superar Suisse and the Sistema Europe Youth Orchestra whose musical co-director he currently is. He is also responsible for live performances of the Music Animation Machine and violinist of bachSpace, a project that combines music by Johann Sebastian Bach with electronic compositions. Etienne is a member of the Lucerne Festival Orchestra and was, for seven years, the principal second violin in the Orchestra Mozart Bologna, both orchestras founded and directed by the late Claudio Abbado. He was Artist-in-Residence and music curator at the Festspielhaus St. Pölten, Austria, serves in the jury of the Classical:NEXT conference and currently lives in Basel.

Etienne Abelin

Enjoy the interview!

Hello dear Etienne, thanks a lot to be here with me in this space! Let me start with this exciting question: How was your experience with Daniel Barenboim in Vienna this year?

You refer to a music education project with the Vienna Phil leading up to a pre-concert talk where adolescents introduced a piece by Pierre Boulez with help of the Music Animation Machine. I couldn’t be there unfortunately but it went very well!

1094494_10153326288906110_8272392992859294069_o

How did you start to realize that you really want to be a virtuoso?

I really didn’t want to be a virtuoso and am terrible at it. But I did, eventually, gradually, experience myself as someone expressing myself with music. And it’s a journey that never ends!

Your favourite book?

Hmm, constantly changing. Currently “The Rest is Noise” by Alex Ross. A fantastic book on music of the 20th century!

 Your favourite sound track for a trip?

Sam Amidon, the album Lily-O! Incredible indie folk musician, recording for one of my favorite labels, Bedroom Community in Iceland.

Etienne Abelin

What do you think about new technology like the “Music Animation Machine” created by Stephen Malinoswki?

It’s really intriguing how new technology can enhance our experience with music. The Music Animation Machine is a prime example. It’s an actual GPS for music!

Etienne Abelin

Etienne Abelin

 What’s your realation with social media or in general with web and stuff?

Twisted. I love it, am hooked to it, see many advantages that I use happily and then again I REALLY enjoy times without the net.

 What’s never missed in your suitcase when you are on tour?

Hmm, a few Cuban cigars…

What’s on your agenda for this time

Playing Vivaldi’s “Winter” with a cool young orchestra, preparing the Richard Strauss Oboe Concerto score to conduct in early January and preparing a concert trip to Buenos Aires, Rio de Janeiro and Caracas in January, can’t wait! Rio will be so much fun: I get to perform with the Music Animation Machine in the new Rc4 Festival that also includes shows by Francesco Tristano, Gabriel Prokofiev and Brandt Brauer Frick. And in Caracas I’ll get to visit El Sistema. I do some work for “Sistema Europe” and now I’ll get to experience the world-changing music-social initiative first hand. Very excited about that.

Here he’s special dedication to me! Thank you Etienne!

Etienne Abelin

Official Website: http://www.etienneabelin.com/

Camillo Langone presenta “Eccellenti Pittori”

Camillo Langone

                                                                                          Foto di Elena Fontana, quadro di Marco Cingolani

Di fronte al trionfo della de-naturalizzazione, occorre imboccare altre strade: per riscoprire un’arte umanistica, che sia testimonianza del talento individuale, voce di una verità interiore. Abbiamo bisogno di costruzioni eseguite artigianalmente. Non giochi di parole, ma drammaturgie di colori. Il futuro? Ha un nome antico, eterno: pittura.
- Roberta Smith, New York Times, 2010 -

Amici e appassionati d’arte! Oggi è con me Camillo Langone che si è fatto intervistare in esclusiva e ci parla del suo libro “Eccellenti Pittori” e del progetto web correlato che vi consiglio di visitare http://www.eccellentipittori.it

Camillo vive a Parma, dopo avere abitato a Vicenza, Verona, Caserta, Viterbo, Pisa, Bologna, Reggio Emilia, Trani. Ha pubblicato alcuni libri. Scrive su ” Il Giornale”, occupandosi in particolar modo di letteratura, architettura, arte contemporanea, enogastronomia, religione. Interessante anche la sessione video per il sito I Fiori Del Male diretto da Luca Sommi :  http://www.ifioridelmale.it/autori/camillo-langone

 

Camillo Langone

Ciao Camillo, grazie di essere qui con me in questo spazio. Mi piacerebbe iniziare chiedendoti come nasce la tua passione per la pittura e per l’arte ( e anche per l’enogastronomia!)

Sono miei interessi pressoché da sempre, ab immemorabili per usare un’espressione latina, e quindi non ricordo né quando né come siano nati.

Recentemente hai presentato un libro davvero incantevole dal titolo “ Eccellenti Pittori” edito da Marsilio Editore (http://www.eccellentipittori.it/progetto) correlato da un interessante progetto sul web…

Sì, a un certo punto mi sono accorto che alla pittura italiana vivente, la pittura di questi nostri anni Dieci, non era dedicato nulla di sistematico, né un libro né un sito: ho colmato la lacuna.

lacqua-la-luce-la-pietra-a-cura-di-vittorio-s-L-cpAjLy

 

Qual è il tuo rapporto con i Social Media?

Sono su Facebook di cui faccio un uso molto pratico: segnalo i miei articoli, annuncio le mie iniziative, chiedo agli amici informazioni tipo indirizzi dove trovare legumi sfusi a Milano, o cravatte di maglia a Bologna… Mentre Twitter non mi interessa, mi sembra la piazza dei pettegoli.

In occasione di Milano Bookcity sulla tua bacheca Facebook hai condiviso tantissime foto di persone intente a leggere. Vuoi raccontarmi come nasce questa idea?

E’ solo una coincidenza, non ho assolutamente pensato a Bookcity dove fra l’altro non ho messo piede, evito accuratamente fiere, festival, eventi, situazioni affollate…

Rispetto alle Ragazze e ai Ragazzi Copertina credo di avere avuto idee più originali nella vita: questa era nell’aria, con tutta la fotomania che c’è.

camillo-langone-jpg-crop_display

 Il tuo libro preferito?

La Bibbia.

 La colonna sonora di una giornata perfetta?

Se guardo il mio iTunes scopro che il pezzo che ho ascoltato di più nel 2014 è stato “Ladybird” di Natalie Merchant, mentre quello che ho ascoltato di più

in assoluto è “Idiosynkrasia” di Francesco Tristano, del 2010.

 Un viaggio che hai fatto e uno che faresti?

Non mi piace viaggiare.

Sei sempre in giro per lavoro. Cosa non deve mai mancare nella tua valigia?

Non esageriamo, sono l’uomo più accidioso che conosca. Cerco di muovermi il meno possibile anche se poi, sì, mi capita di essere obbligato a uscire dalle mura di Parma.

Cerco di non dimenticare i vari caricabatteria.

 Se incontrassi un ragazzo che volesse intraprendere la carriera di scrittore o di giornalista, che suggerimenti gli daresti?

Mi sembra che oggi parlare di carriera per un giornalista o uno scrittore sia qualcosa di fuori tempo massimo, internet ha impoverito moltissimo la già mai florida, almeno in Italia, editoria libraia e giornalistica. Quindi a un ragazzo che voglia scrivere darei il suggerimento di essere ricco di famiglia.

Dove ti vedremo prossimamente?

Per le strade del centro di Parma, in bicicletta di giorno e a piedi, in tabarro, la sera.

 

“Eccellenti Pittori”: http://www.eccellentipittori.it

Official Web Site: http://www.camillolangone.it

tumblr_inline_n1ks4qLGZm1rvwgz9

Eccellenti Pittori – Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare

Marsilio editore 
€ 15,00

http://www.ibs.it/code/9788831716710/langone-camillo/eccellenti-pittori-gli.html

Quattro secoli e mezzo dopo Vasari, Langone racconta gli artisti italiani partendo dalle loro biografie. Con un paio di non trascurabili differenze: gli artisti del Vasari erano quasi tutti morti mentre quelli di Langone sono tutti vivi; nelle “Vite” si parla anche di scultori e di architetti mentre in “Eccellenti pittori” ci si concentra appunto sui pittori per il semplice motivo che nel frattempo gli scultori si sono quasi estinti e gli architetti sono quasi totalmente fuoriusciti dall’ambito artistico.

Libro fortemente selettivo secondo criteri il più possibile oggettivi che sono espressamente dichiarati in modo che il lettore possa condividerli o respingerli: quanto di più lontano dalla critica castale e incomprensibile che ha reso l’arte contemporanea italiana autoreferenziale e semimorta.

Pittori di ogni generazione e di ogni quotazione: giovani e vecchi, celebrati e sottovalutati, purché capaci di ricordare che la pittura italiana è viva e lotta insieme a noi, anche se noi non sempre lo sappiamo.

 

Beatrice Antolini: Getto la maschera con Beatitude

Beatrice Antolini
Amici e appassionati di bella musica, oggi vi porto con me in un universo parallelo e vi presento Beatrice Antolini. Messo da parte il capitolo controverso di “Vivid” (2013), la one girl band di Macerata sigla adesso una collaborazione con La Tempesta International e ritorna in scena con un EP di 5 brani, “Beatitude”. 
Anche sottolineare la nuova compagine discografica della Antolini non è un esercizio di stile. Il precedente LP, infatti, era stato firmato per Qui base luna, una label che auspica l’interclassismo musicale superando gli steccati di indie e mainstream. Ed è forse a vantaggio di questo interclassismo che l’enfant prodige maceratese aveva perso in “Vivid” tutto il suo smalto underground e le sue “schizofrenie” ritmiche, sostituendoli con velenosi refrain orecchiabili e soluzioni funky da classifica.
Siete pronti per l’intervista?
Ciao Beatrice e grazie mille di essere qui con me in questo spazio. Partiamo subito della tua nuova avventura musicale,”Beatitude” in collaborazione con La Tempesta International che è uscito l’11 di novembre. Come è nato questo album?
Ciao Alida e grazie per quest’intervista! Beatitude nasce nel profondo e nell’essenza, i brani che si susseguono fanno parte di una stella e la completano. Sono cinque per questo e non ne avrei voluti di più.
 Il disco tra gli altri vanta nomi di prestigio come  Marco Garrincha Castellani e Federico Poggipollini. Com’è stato lavorare con loro?
Mi trovo sempre benissimo a collaborare con musicisti veri e appassionati. Con Federico per esempio, la collaborazione nasce soprattutto dalla stima e dall’affetto reciproco. Avere la possibilità di registrarlo è stato incredibile! E’ davvero un grande musicista e grande persona, con un cuore bellissimo che è sempre la cosa più importante.
Facciamo un salto indietro nel tempo. Come nasce la tua passione per la musica?
Più che una passione è una necessità e una passione intesa come quella sacra, dolorosa e bellissima. Nasce con la mia nascita e l’influenza di qualche armonia universale che voleva evidentemente canalizzarsi in me.
Beatrice Antolini
 Sei una donna che transmette energia e dolcezza allo stesso tempo e quando ti vediamo sul palco sai trasmettere una grande sicurezza: ma Bea com’è quando non è “on stage” o in sala di incisione?
Sono uguale! Voglio essere uguale! Ho unito tutte le varie “persone” che mi abitavano! Ne voglio solo una, completa. Nessuna maschera.
 Cosa non deve mai mancare nella tua valigia quando sei in tour?
Gli occhiali da sole per la colazione in Hotel.  E’ terribile svegliarsi dopo due ore di sonno pronti per ripartire senza quel filtro per gli occhi……inizio a lacrimare per delle ore…
 Un viaggio che hai fatto e che ti è rimasto nel cuore
Un viaggio astrale.
Beatrice Antolini
Un libro che hai letto e che vorresti consigliare ai nostri lettori
Power of now di Eckhart Tolle.
Un sogno nel cassetto…
Mantenere la Beatitudine per tutta la vita e oltre e donare gioia ed entusiasmo alle altre persone.
 Dove ti vedremo prossimamente e cosa bolle in pentola? ;)
Mi vedrete in tour e nei video che presto usciranno! E poi scriverò il disco nuovo che già è visualizzato e desiderato.
Grazie a Beatrice anche per la bellissima dedica che vi riporto qui:
Dedica Beatrice Antolini
Beatrice Antolini